Giancarlo Dillena dice la verità, fatta di molte teste.

La Civica non è insegnata. La scusa del nozionismo è falsa e strumentale.

La avversione alla Civica nasce da ambienti di sinistra contro la destra quando la Civica è invece un problema trasversale.

Che i Diritti Popolari sono avversati da certi politici (che perdono i referendum e le iniziative popolari).

 

La civica e la foglia di fico. Giancarlo Dillena

La cultura è come la confettura: meno ce n’è, più la si spalma», recita un vecchio adagio francese. Nel caso della cultura civica, nella nostra scuola questo principio è stato perfezionato, applicandolo alla rovescia. Nel senso di spalmare così tanto la materia da renderla talmente sottile fino a farla scomparire. In effetti oggi esiste in quanto indicazione nei programmi di storia. Ma in classe raramente se ne trova traccia, se come eccezione dovuta all’impegno personale di singoli docenti, non certo alla volontà dell’istituzione e di chi ne ha la responsabilità politica.

Continua a leggere l’articolo pubblicato sul Corriere del Ticino 2017.08.28 CdT Civica – Dillena